Martedì, 26 Giugno 2018 16:38

il rimuginamento

Scritto da

Ma come faccio a trasmettervi quello che ho passato?
Per me non è possibile.
Pur comunicandovelo con foto video e aggettivi non è minimamente possibile che abbiate una minima percezione di quello che il mio animo ha provato.
Non voglio cadere nel banale dicendo che stamani al risveglio mi abbia sfiorato l'idea o la sensazione che fosse stato tutto un sogno, no, non l'ho pensato, ero pienamente consapevole che fino a poche ore prima avevo vissuto un esperienza incredibile e senza essere presuntuoso mi dicevo che "sono stato proprio bravo", pure un pò fortunato questo si, lo ammetto, ma sono stato bravo.
Bravo a pensarla, a organizzarla, a prepararla fisicamente e mentalmente (soprattutto) bravo nel procurarmi la giusta attrezzatura, bravo a scegliere il periodo, il percorso e i tempi, bravo nel comportamento sulla strada, bravo a trovare i posti per vitto e alloggio, bravo a raccogliere documentazioni (che piano piano selezionerò e vi proporrò), insomma......sono stato bravo.
Bravo Maurizio.
Mi avete fatto una marea di complimenti e elogi, vi ringrazio tutti, vi ringrazio di avermi seguito, chi da queste righe, chi dallo stato whatsapp (fedelissimi) chi con messaggi chi con telefonate, chi solo col pensiero (vale anche così) chi silenziosamente, e questo mi ha dato tanta forza.
Molti di voi mi stanno gia chiedendo di organizzare la prossima.
Io adesso non ci penso, ma penso solo che questa appena vissuta è andata talmente perfetta che credo sia impossibile che la prossima volta vada allo stesso modo.
Non lo so, ci penserò.
Per ora mi godo il piu possibile il momento.
E i ricordi, ricordi di 17 giorni dall'identico svolgimento, tipo il film "il giorno della marmotta", con la differenza però che pur nella ripetizione temporale degli eventi (alzati, fai i bisogni, lavati, vestiti, chiudi i bagagli, carica i bagagli sulla bici, esci, fai colazione, pedala, arriva a destinazione, cerca il b e b, fai la doccia, riposati, esci un po, rientra, cerca il ristorante, rientra, preparati e dormi)  ciò che poi mi si poneva davanti era ben diverso, sempre diverso, molto diverso.
Altra domanda che mi viene posta quale la tappa piu bella, quale il posto piu bello e cosa piu di tutto mi è piaciuto.
I 17 giorni, sono tutti figli miei, e in questi sono figli miei pure i locali dove ho soggiornato mangiato bevuto e mi sono intrattenuto, e tra questi se c'è stato qualche "scarrafone" come dicono in via Caracciolo (dove peraltro ho dormito).......è stato comunque bello a mamma soja.
Una menzione particolare la meritano le PERSONE con le quali ho avuto rapporto diretto, i gestori dei vari b e b, ristoranti, bar e le molte persone della strada alle quali chiedevo informazioni (i miei tom tom) tutti quanti, dal primo all'ultimo mi hanno trasmesso un infinita gentilezza e disponibilità, genuina, sincera e naturale.
Grazie amici, e amiche.

Intanto questo.
A presto.

 

Venerdì, 22 Giugno 2018 13:22

E 15!!

Scritto da

Oristano Nuoro.....un te l'augurá!

I previsti 85 son diventati 143, il dsl 1760 e 8h20m di pedalata effettiva.

Tutto per evitare la roulette russa della statale 131, ripiegando su strade apparentemente piu sicure, se non fosse per un gruppo di vacche cornute trovatemele in mezzo alla strada tra le quali una che se non c'era il mandriano mi stava x caricare.

Infiniti saliscendi piu sali, fino a Macomer, poi ho preso la Macomer Nuoro che a detta del suggeritore doveva essere tutta pari, ma io so che le strade pari in montagna non ci sono e allora i 57km han generato altri 450 di dsl......ganzo eh!

Comunque gente siamo alla fine, anche se prima della fine ho un altra tappetta duretta, da Nuoro a Olbia, altri 130 km con parecchio dsl, ma che cmq girala come ti pare ma dai 700 si andrà agli 0 del mare e quindi la discesa da qualche parte deve pur essere, o no?

Anche stasera ho trovato un bel b e b, c'è da rasare e stuccare un po i muri ma é carino, e poi la bici passa dalla porta e posso portarmela in camera.

Ha solo 3200 anni.

---------------------- 

Buco informazionale, informativo,informante, insomma......x un giorno non mi son fatto vivo, ma il motivo c'era, la traversata siculsarda.

Da sempre pensavo a questo viaggio, da sempre sapevo che mi avrebbe lasciato il segno, piu delle fatiche in bici, e così é stato, dormito zero, mangiato male, sopportato di tutto, per carità......la faccio anche troppo grave, anche perché è cosi per tutti, ma ste bravate non fanno per me, e dopodomani si replica, Olbia Livorno, ma intanto é piu corta di 5 ore e poi é di giorno, che fa pure rima.

Pre imbarco c'era stato il ,questo si, rilassante Cefalù Palermo e nonostante ciò sono arrivato presto, le 11:30, per concedermi una visita al centro del capoluogo gremito di turisti (quanti russi/e!!).

Bella la cattedrale bella la fontana e piazza della vergogna bello il "4 canti", questo quello su cui mi son potuto soffermare un po di piu, ma ancora di piu mi son potuto soffermare su due stupendi cannoli.

Post imbarco invece il tragitto Cagliari Oristano, un lungo vialone che corre a fianco della statale 131, senza niente, dico NIENTE su cui posare l'attenzione.

111 massacranti km, con sembrerà strano, vista la descrizione del percorso, parecchi sbagli di strada ma credetemi...quando sei stanco e poco lucido e la strada è priva di segnaletica "capibile" la cantonata é normale

E poi per le strade non c'è anima viva, e quando ne trovi uno se invece di chiedere per Oristano gli chiedi di Ortisei forse forse é l'ora di riposare.

Domani Oristano Nuoro, di dove passerò mi é proprio sconosciuto.

Pagina 2 di 2